Diritti e discriminazioni

Tutta la genitorialità possibile. Sportello integrato per aspiranti genitori e genitori

Pubblicato il

di Rossella Bartolucci.

Essere genitori, diventare genitori, è un diritto?

20151006_184626-1E’ un diritto di tutti i cittadini avere la possibilità di provare a diventare genitori potendo usufruire di tutti i mezzi che la medicina mette a disposizione. E’ un diritto anche dei cittadini, delle coppie, che soffrono di infertilità. E’ loro diritto non dover rinunciare ad un progetto radicale di vita per colpa di una legge iniqua e antiscientifica, oltre che contraria ad ogni realistico buon senso come la legge 40 sulla fecondazione assistita.

E’ un diritto anche quello di poter essere i migliori genitori possibile, indipendentemente dalla famiglia che si  è. La famiglia non si identifica ormai più solo nel modello tradizionalmente riconosciuto di padre e madre eterosessuali. Ci sono le famiglie monoparentali e ci sono le famiglie formate da coppie di omosessuali, uomini o donne.

Lo sportello integrato “Tutta la genitorialità possibile”, attivo presso la Casa dei Diritti del Comune di Milano (Via De Amicis, 10) e voluto dall’Assessore al Welfare Pierfrancesco Majorino, accoglie ogni martedì dalle 17 alle 18,30 aspiranti genitori e genitori fornendo loro sostegno e consulenza adeguata ai loro bisogni e alle loro richieste.

Lo sportello, inaugurato il 13 dicembre 2014 per informare e aiutare tutte quelle coppie malate di grave infertilità che finalmente, in seguito alla sentenza della Corte Costituzionale, potevano accedere alla fecondazione eterologa, ha risposto in un anno a più di 400 richieste, grazie alla consulenza volontaria di medici come Alessandra Vucetich e Guglielmo Ragusa, avvocati come Marilisa D’Amico, Massimo Clara, Benedetta Liberali e a Rossella Bartolucci, presidente dell’Associazione Sos Infertilità Onlus.

20151006_185840La novità è che, da ottobre 2015,  il progetto “Tutta la genitorialità possibile” fiorisce e cresce in tutte le sue potenzialità, iniziando ad abbracciare, grazie alla consulenza e all’impegno volontari dell’educatrice professionista Sara Taddeo, anche le famiglie che la genitorialità la stanno già vivendo e che vogliono portarla avanti al meglio.

Sara sarà a disposizione di quei genitori che, indipendentemente dal loro orientamento sessuale o dalla tipologia di famiglia che rappresentano, desiderano un supporto nell’affrontare tutti i nodi cruciali che l’educazione di uno o più figli comporta.

“Tutta la genitorialità possibile”. Uno sportello a tutto tondo a sostegno delle famiglie unico in Italia, attivo anche per chi vive lontano da Milano, su appuntamento telefonico o skype.

www.consultorioweb.it www.rsflashpress.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *