La casa dei diritti

La Casa dei Diritti del Comune di Milano viene istituita nel contesto della Direzione Politiche Sociali come unità operativa nell’inverno 2013 e viene inaugurata il 14 Dicembre 2013 nel contesto del Forum delle Politiche Sociali. Lo scopo dell’Amministrazione attraverso questo servizio è di riunire in un solo luogo i servizi, gli sportelli, le iniziative a tutela dei diritti umani e le azioni contro le discriminazioni di ogni natura.

La Casa dei Diritti è dunque un “Laboratorio di pratiche sociali e civili” sui diritti che coniuga servizi tradizionali, sportelli informativi e nuove offerte ed opportunità.

Alcuni nuovi sportelli specialistici (ad accesso gratuito per i cittadini) nascono da proposte della società civile e si affiancano agli sportelli comunali contro le discriminazioni legate all’orientamento o all’identità sessuale, all’origine etnica o religiosa.

Il proliferare di proposte e l’accoglienza di esplicite intenzioni di sussidiarietà attiva è segnale del potente motore simbolico che si è avviato a Milano con la nascita della Casa dei Diritti e che produce un naturale desiderio di condivisione e confronto valoriale.

Nel solo primo anno di vita si sono svolte nell’edificio di Via De Amicis 10 ben 186 iniziative culturali, in media una per ogni giornata lavorativa.

Si ritrovano in Casa dei Diritti coloro che si riconoscono nella tutela dei diritti umani per proporre e scambiare contenuti, idee, proposte ed elaborare progettualità.

Lì ha inoltre sede il coordinamento dei servizi antiviolenza, dei servizi di contrasto alla tratta di esseri umani e ben cinque sportelli tematici, dalla tutela della genitorialità al testamento biologico, dalla nascita al fine vita.

I diritti tutelati

La Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo ha stabilito alcuni diritti inalienabili e universali.

Essi sono: il diritto alla vita, alla libertà e alla sicurezza personale; al riconoscimento come persona e all’uguaglianza di fronte alla legge; a garanzie specifiche nel processo penale; alla libertà di movimento e di emigrazione; all’asilo; alla nazionalità; alla proprietà; alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione; alla libertà di associazione, di opinione e di espressione; a lavorare in condizioni giuste e favorevoli e alla libertà sindacale; a un livello adeguato di vita e di educazione.

Il Consiglio d’Europa nel 1953 ha stabilito inoltre il fondamentale divieto ad ogni discriminazione fondata su ragioni di razza, lingua, religione, opinione pubblica, origine nazionale o sociale.

La Casa dei Diritti nasce per tutelare questi princìpi universali.

Questi i servizi presenti in Casa dei Diritti

Il salone Franco Bomprezzi

Nella sala al piano terra di Casa dei Diritti potranno essere ospitate: conferenze, convegni, presentazione di libri, proiezioni di video, film o documentari, mostre, dibattiti, performance artistiche contenibili nello spazio.

Richiesta d'uso del salone per eventi